Menu Chiudi

Il Psg formato trasferta fa tremare il Monticelli

Damiano Dalfini - PSG Tosoni 2012/13E´ stata la partita dei rammarichi, ma anche del bicchiere mezzo pieno. Nel fortino della corazzata Monticelli, il Psg chiude con un meno 7 che lascia i gialloverdi ancora al palo della classifica, ma tenuto conto delle avversità, le previsioni fanno pensare bene.
Assente il lungo Riccardo Faccioli per una contrattura subita domenica scorsa contro il Castellanza, Domus Dalfini unico pivot gialloverde ha fatto gli straordinari sotto le plance, trovando un fedele compagno in Panni, miglior realizzatore dell´incontro e 6 rimbalzi catturati (come Dalfini e Polettini), 8/14 al tiro con il 50% da 3.
Una buona prova di squadra e di carattere, che ha coinvolto anche Bastone, chiamato a dar sostanza, contro i padroni di casa all´esordio casalingo.
Il Psg parte bene, ha da riscattare le troppe ombre con Castellanza, e fedele al passato, sul terreno avverso si trova più a suo agio. Panni, Mori e Quartieri firmano il 9-3, risponde il duo argentino Ochoa-Becerrra (13-11), è un batti e ribatti costante che rende la gara piacevole da seguire.
Il gioco veloce che aveva prospettato Bindi si vede, e Quartieri è ispirato. Si scatena pure Panni, con 10 punti dà il pareggio del riposo. Il trend gialloverde si interrompe nella ripresa, Monticelli costruisce il 7-0, con i successivi mini-strappi allunga fino al 70-55 del 35´.
La sfida pare chiusa, invece il team del Draghetto sfoga tutta la sua energia, con un 13-0 di Polettini, Bastone, Dalfini e Panni si rimette in sesto limando fino al 68-70 del 38´ e poi 71-73 con tripla di Panni. Il play vicentino risponde con la stessa moneta a Masieri, ma è il lombardo che nel finale, con 4/4 dalla lunetta, consegna la partita ai compagni, risultando il migliore della giornata.
«E´ stata la risposta che ci attendevamo dopo le brutta prestazione di domenica scorsa», afferma Enrico Beghini, vice di Bindi. «C´è qualcosa su cui recriminare, qualche contropiede non concluso, o alcune sviste difensive, ma la squadra ha reagito e saputo sopperire all´assenza di Faccioli, con un Dalfini monumentale, un Polettini presente ovunque, Quartieri da incorniciare per la decisione difensiva e le tre belle stoppate, e poi Panni che ha ritrovato la verve offensiva, bene in regia e non si è fatto nemmeno intimorire dalla presenza di Rombaldoni, rompendogli invece le scatole. I tiri di Mori sono tornati utili per allargare la difesa di Monticelli; abbiamo visto una squadra molto più fluida in attacco, e mi sono piaciuti anche i nostri sostenitori, che hanno sempre incitato i ragazzi anche quando il distacco si era fatto pesante». 

TABELLINI:

Parziali: 23-23, 44-44, 62-52
Controlgom Monticelli Brusati: Rombaldoni 8, Becerra 8, Bertolini 21, Ochoa 6, Requena 6, Masieri 19, Akrivos 9, Olivieri. Farella e Starrantino ne. All. Morandi.
Psg Tosoni Villafranca: Quartieri 11, Dalfini 15, Panni 22, Polettini 6, Mori 7, Bastone 10, Mascadri, Montresor, Marconcini e Saviano ne. All. Bindi.
Arbitri: Del Felice e Coffetti di Milano.
Note. Tiri liberi: Controlgom 17/17, Psg 12/13; nessuno uscito per 5 falli.

Posted in Notizie Basket

Altre Notizie