Menu Chiudi

PSG Tosoni perde in casa con Torino

panni psg tosoni 2012Il Kopa comincia il nuovo anno come aveva concluso il vecchio: vincendo. I due punti strappati a Villafranca valgono tantissimo e servono ad avvicinare sempre di più la salvezza, primo obiettivo stagionale dei biancoblù, che chiudono il girone di andata al sesto posto con un record di 9 vinte e 6 perse. Un primo tempo perfettamente in linea, con le due squadre che fanno le stesse cose: tra una persa e un recupero, tirano male da tre, segnano quasi solo nel colorato e si equivalgono a rimbalzo.
Poi grazie ad terzo periodo perfetto, in cui Danna tocca vertici assoluti di orchestrazione, Vitali torna bomber implacabile, Raucci e Persico strappano i bottoni delle camice e diventano Superman, il Kopa divide in due il Mar Rosso e ci passa in mezzo richiudendo poi le acque dietro di sé nella decina finale. Un paio di minuti di gioco e il Kopa è già di rincorsa: 9-2. Le contromisure cussine contro la zona sono una tripla di Vitali e un tiro dalla media di Persico: 11-7.
Vitali prende d’infilata la difesa di casa, fallo: 2/2 e il Kopa torna ad un solo possesso di distanza a metà esatta del primo periodo. I veneti si costruiscono spazi invitanti nell’area biancoblù, il Kopa, non trovando in pratica mai il canestro dalla lunga distanza – 1/9 nei primi 10’ -, fa altrettanto giocando dentro per Persico e scende sotto i 6 punti di ritardo al 9’ con una giocata nel colorato di Verri: 17-13. In prossimità del primo mini-intervallo Vitali va fino in fondo e sigla il -2: 17-15. Danna fallisce dalla lunetta l’aggancio in avvio di seconda frazione e il Tosoni punisce subito: due perse di fila da Torino si traducono nei canestri di Panni e Mori per il 21-15 del 12’, con i padroni di casa che si fanno ora vedere anche sotto il canestro avversario.
Il livello di attenzione dei ragazzi di Guidi, specie in difesa, è comunque da allerta massima: tre recuperi di fila, Danna riscatta l’errore precedente dopo una rubata con schiacciata di Raucci, Vitali esce dai blocchi e centra la seconda tripla biancoblù di giornata: break di 0-7 e Kopa avanti per la prima volta al 14’ sul 21-22. Vi rimarrà fino alla fine. Le scelte difensive ospiti pagano e l’equilibrio si ripercuote in attacco, dove Tassone e poi Danna sono gli efficaci terminali di una circolazione paziente e fluida: 24-28. Bastone recupera un rimbalzo offensivo e realizza, Panni centra il bersaglio grosso e all’intervallo le squadre sono separate da un solo punto: 32-33. Le 4 perse dal Kopa nei primi 3’ della ripresa non sono messe a frutto dal Villafranca, che ha identici problemi di prolificità dell’avversario: 36-37 al 24’. Un time-out di Guidi porta consigli utili al CUS che al ritorno in campo se ne va con due movimenti in avvicinamento di Raucci e tre giocate in area locale di Persico: le prime due portano in dote altrettanti falli e un 4/4 dalla linea, la terza il canestro del 36-47 al 27’, con il lungo ex Biella che conquista rimbalzo in difesa e si fa trovare pronto dall’altra parte.
La grinta torinese in fase arretrata costringe il Villafranca a conclusioni sempre più avventurose e le percentuali da due, quelle che fino a qui hanno tenuto in partita il Tosoni, hanno un crollo verticale. Di pari passo il nervosismo veneto cresce: sul +10 Kopa del 9’, dopo un fallo di Polettini su Vitali la panchina di casa sbotta, immediato tecnico che lo stesso Vitali capitalizza dalla linea: 41-53. Le mezzora dista solo 60” che il CUS usa per togliersi di mezzo: ancora Persico mette a nudo i problemi veneti dentro l’area, quindi Vitali recupera rimbalzo in difesa e corre dall’altra parte infilando sulla sirena la bomba del 43-58. Mori da 3 apre l’ultimo quarto e fa capire al Kopa che non è finita. Persico difende il canestro con tutto quello che ha e sull’altro versante recupera un preziosissimo rimbalzo offensivo servendo a Vitali l‘assist del 46-60 al 32’. Il fallo che Polettini commette poco dopo su Danna è già il quarto di squadra per il Tosoni. Mori continua nella convinzione che la gara si possa ancora raddrizzare, Vitali ribatte colpo su colpo: 50-63 al 37’. Il 6-0 che segue obbliga Guidi al time-out. Al ritorno in campo tecnico fischiato al veneto Panni per simulazione sotto il canestro ospite: 2/2 del solito Vitali e sull’extra-possesso canestro fondamentale di Danna: 56-67 al 38’. La tripletta della disperazione di Panni serve solo ad aumentare le palpitazioni negli ultimi 2 giri di lancette: Villafranca non va oltre il -8, ancora di Panni, la sentenza la scrive Vitali con la bomba che vale il 30esimo punto personale (4/6 da due, 5/9 da tre, 7/7 tl, 5 rimb.,val. 35)

Tabellini:

TOSONI VILLAFRANCA-KOPA ENGINEERING CUS TORINO 65-77 Parziali: 17-15, 32-33, 43-58
VILLAFRANCA: Bastone 16, Faccioli 2, Panni 18, Mori 22, Quartieri 7, Polettini, Dalfini n.e., Marconcini n.e., Saviano n.e., Montresor. All. Bindi.
CUS TORINO: Danna 12, Vitali 30, Alberti n.e., Persico 14, Ficetti 2, Tassone 4, Verri 2, Francione n.e., Mollura, Raucci 13. All. Guidi. Da Uff. Stampa CUS Torino

Posted in Notizie Basket

Altre Notizie