Menu Chiudi

PSG Tosoni – LTC Sangiorgese: 76 – 70

Dopo quasi due mesi a secco, finalmente arrivano due punti che danno aria alla classifica. La squadra di Bindi (ieri in tribuna perchè squalificato) ha disputato una buona partita, sfruttando i rientri di Dalfini e Mascadri, che hanno ampliato le rotazioni ed hanno consentito una maggior continuità sia in attacco che in difesa. Ottime le prestazioni di Bastone, Quartieri e Mori. I gialloverdì hanno condotto la gara sin dall’inizio, senza mai lasciare il pallino ai giovani avversari. Le prossime gare saranno fondamentali per il prosieguo della stagione: trasferta a Piacenza e poi in casa con Urania Milano.

da L’Arena di Lunedì 28 Gennaio 2013

bastone psg tosoni 2012È vittoria. Chiusa la pesante striscia delle sette sconfitte consecutive, squadra ritrovata. Fuori coach Tommaso Bindi squalificato, in campo e non più solo in panchina, Domus Dalfini e Stefano Mascadri. Così è più facile giocare, ma per il Tosoni la difficoltà maggiore è stata quella di togliersi dalla testa il lungo filotto negativo, che aveva tolto smalto al gioco.
Già la partenza è buona. I rimbalzi di Dalfini, le iniziative di Mori e Panni, la tripla di Quartieri scrivono sul tabellone il 9-3 del 4´, ma anche nelle precedenti occasioni i castellani avevano illuso. Il Tosoni si smarrisce sfruttando male i possessi, la Sangiorgese in velocità piazza il break di 13-0, e dopo 3´ di pausa i castellani tornano a colpire. Apre Bastone dalla lunetta, seguono tre triple, due di Quartieri e una di Polettini, l´1vs1 di Panni, ed è controbreak di 15-2 a cavallo delle prime due frazioni.
È un Tosoni più sicuro e concentrato quello che si ripropone e si batte contro un avversario che ha già sconfitto all´andata (primi due punti del campionato), ma che si è presentato al PalaAnti più forte in classifica. Beghini si lustra gli occhi, ma sa che i suoi devono tenere alta la concentrazione. Il team del Draghetto ha da rimediare alla precarietà del momento e al peso delle troppe débacle che indubbiamente gravano sulla testa dei giocatori. La panchina più lunga da gestire consente maggiori soluzioni, intanto di far rifiatare, e poi da tutti ne esce qualcosa; anche Mascadri, pure lui tornato in campo dopo aver rimediato la frattura ad un dito, contribuisce all´ottima percentuale dalla lunga (5/6 e al 27-22 del 14´). L´allungo continua, merito della difesa che chiude gli spazio, di Dalfini che obbliga gli avversari ad alzare il tiro, del gruppo che racimola recuperi e su capovolgimento è pronto a colpire, 33-22 al 16´. La conduzione resta nelle mani gialloverdi che tentano più volte di andare oltre la doppia cifra (44-34 con due assist di Panni), ma la percentuale al tiro dalla lunga non va più (1/10 nel secondo tempo). Anche la Ltc segna a fatica, di Bastone il 52-40 del 29´, ribattono gli ospiti 54-46, ma è ancora lo spezzino che ripropone la distanza che dà ossigeno e fiducia, servendo inoltre un pallone d´oro a Polettini (62-50). A 2´ dalla sirena (66-59) Beghini inizia ad assaporare il gusto del suo primo successo da capo-coach, i giocatori a sciogliersi, ma sulla sulla sirena si concretizza la certezza che ora il campionato sarà più bello.

TABELLINI:

Parziali: 22-18, 40-32, 54-43
Tosoni: Dalfini 4, Bastone 19, Panni 9, Mori 12, Quartieri 14; Polettini 8, Faccioli 4, Mascadri 6. Marconcini e Montresor ne. All.: Beghini
Sangiorgese: Valesini 12, Benzoni 11, Zanelli 14, Bianchi 10, Priuli 7; Amato 8, Grampa 8, Saini. Gurioli e Villa ne. All: Albanesi
Arbitri: Giusto di Albignasego (Pd) e Semenzato di Mirano (Ve)
Note – Tiri liberi: Tosoni 22/28, Sangiorgese 19/25; usciti per 5 falli: Faccioli al 32´ (56-48), Dalfini al 39´30” (70-63); antisportivo a Grampa al 19´57” (38-32).

 

Posted in Notizie Basket

Altre Notizie